mercoledì, Febbraio 8, 2023
- Advertisement -

“Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin”: Viale Trento, il conte Giovanni Da Schio la intitolò come premessa alla vicina liberazione di Trento

- Advertisement -

Viale Trento. Da Viale Mazzini sino a Viale Pecori Giraldi, all’Albera  (qui la mappa, per la rubrica “Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin” leggi qui tutti gli articoli di ViPiu sulle vie di Vicenza, ndr). Lungo 1250 metri. L’arteria in una mappa del 1844 viene chiamata “Strada Regia di Vallarsa che porta a Schio, Roveredo e in Tirolo”. Il 22 luglio 1911, il conte Giovanni Da Schio promosse l’intitolazione del lungo viale alberato in Viale Trento come premessa alla vicina liberazione di Trento che diventerà Italiana il 3 novembre 1918, con l’ingresso nella città di Battisti.

Barba. Con il nome case del Barba si intende designare un gruppo di case fronte ex Consorzio Agrario, costruite da tale Pavan, agli inizi del ‘900.

Albera o Albara. L’antico nome ancora in uso tra i residenti deriva da un alto pioppo (populus alba) piantato vicino ad una osteria con corte per il gioco delle bocce, dove mio padre spesso mi portava per assistere alle partite. L’osteria e l’albera sono sparite per lasciar spazio a orribili condomìni. Bissa. La località è citata dal Giarolli nel suo lavoro sulla toponomastica vicentina, trattasi di un’osteria di Viale Trento a fronte dell’Istituto dei Saveriani, detta alla Bissa, forse per qualche fatto di serpenti o perché la strada si piega come una biscia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,542FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -