giovedì, Settembre 28, 2023
- Advertisement -

Luglio e agosto, cosa fare a Vicenza e provincia: musica, cinema, escursioni

- Advertisement -

Musica

Jamrock festival dall’11 al 16 luglio al parco Fornaci, zona Mercato Nuovo a Vicenza. Jamrock sta per Jamaica rocks, cioè letteralmente “la Giamaica spacca, viva la Giamaica”. Nasce infatti come festival del genere musicale reggae, Welcome to Jamrock è anche il titolo del terzo album del figlio di Bob Marley, Damian. Giunto alla sua undicesima edizione, dopo vari cambi di location, non si limita più al solo genere reggae, ma propone una vasta gamma di generi, dall’hip hop all’indie-rock. Saranno presenti anche quattro cucine con pizze, polpette, cibo messicano e cibo pugliese e un mercatino di vestiti e oggetti vintage. Consigliato: ovviamente agli amanti dei vari gruppi della line-up, ma anche a chi vuole semplicemente stare in compagnia all’aperto. Sconsigliato: a chi non ama l’hip-hop o la musica troppo “strana”.

Brick Lane festival a Schio, nell’edificio ottocentesco del lanificio Rossi, la Fabbrica Alta, dal 14 al 16 luglio. Venerdì 14 serata speciale a ingresso libero con offerta consigliata di 2 euro con il dj set di Andy dei Bluvertigo e concerto dei Meganoidi. Sabato suonano invece i Modena City Ramblers e domenica ci sarà l’esibizione degli artisti di strada. Consigliato: a chi era giovane negli anni ’90 e primi 2000. Sconsigliato: a chi non è fan dei “momenti nostalgia”.

Perarock festival a Perarolo di Arcugnano dal 20 al 23 luglio. Bellissima location sui Colli Berici all’ex discoteca Green Planet, il Perarock è uno dei festival vicentini più noti e giunge quest’anno alla 31esima edizione. Spiccano in scaletta le serata con l’ex Pitura Freska Skardy, il revival punk-rock-ska primi anni 2000 con Moravagine e Persiana Jones e l’ultima serata con l’hip-hop ironico dei Flaminio Maphia. Consigliato: ai veterani delle feste rock e a chi spera di trovare refrigerio in collina. Sconsigliato: a chi non ama le strade in salita.

Oliver Skardy al Perarock ad Arcugnano
Sir Oliver Skardy

ArtSide Festival dal 22 al 23 luglio a Carrè. Sarà un evento molto particolare che unirà arte e musica. Ci sarà una street parade, cioè una sfilata di carri musicali, che partirà da Chiuppano e arriverà nel parco di Pra’ Secco, dove inizieranno una serie di concerti di band onestamente sconosciute a chi scrive, inframezzati da una gara di skate. Domenica 23 invece ci saranno esposizioni, installazioni e mercato di illustrazioni, scritti e fumetti, manufatti ad opera di più di 20 artisti indipendenti del Veneto e poi ancora concerti. Consigliato: a chi vuole passare una giornata diversa dal solito. Sconsigliato: a chi non ama le novità.

Next Please festival a Schio dal 28 al 30 luglio. Si tratta di un festival organizzato dal Centro Stabile di Cultura che “porta il mondo in provincia e riscopre l’identità del territorio, celebrando la ricchezza della sperimentazione artistica e della ricerca musicale”. Una sfilata di dj, artisti solisti e band non molto conosciuti, ma che promettono di rivelarsi interessanti. Consigliato: a chi, beato lui, conosce i musicisti che suoneranno. Sconsigliato: a chi si muove di casa solo per vedere band conosciute.

Ferrock festival dal 26 al 30 luglio al parco Retrone nel quartiere Ferrovieri. Il Ferrock è uno degli ultimi festival rimasti di quella tradizione tipica di Vicenza che sono appunto i festival di quartiere. Un tempo c’era anche il Villazza, che animava il quartiere di Villaggio del Sole, il Nettarock ad Anconetta, il Ghettorock a Laghetto, lo Spiorock a San Pio X. Da sempre caratterizzato dalla varietà di generi, quest’anno al Ferrock spicca la prevalenza di band punk. Venerdì 28 luglio i vicentini Respiro Nocivo, punk-rock, apriranno agli australiani Rumjacks, che mescolano il punk al folk celtico; sabato 29 due storiche band del panorama punk vicentino, ovvero i Cetomedio e i Melt, apriranno ai torinesi Bull Brigade.

Bull Brigade ph FB Bull Brigade al Ferrock Festival
Bull Brigade al Ferrock Festival a Vicenza a fine luglio

Domenica 30 luglio al pomeriggio spazio ai bambini con laboratori di circo e animazione e agli amanti dello sport con esibizioni e prove gratuite di boxe e Muay Thay; alla sera un’altra band storica e conosciutissima a Vicenza e provincia, ovvero la folk band satirico-goliardica dell’Osteria Popolare Berica, intratterrà il pubblico assieme agli Idraulici del Suono, al secolo fratelli Draulic, che dal 2008 diffondono follia e musica balcanica. Consigliato: a chi piace stare all’aria aperta per fare quattro salti in compagnia. Sconsigliato: a chi preferisce la tiepida calma del divano.

Non solo feste rock. Ecco cosa fare a Vicenza e provincia nell’estate 2023

Musica, sport e natura a sud dell’Altopiano di Asiago. Domenica 6 agosto 40esima marcia delle Malghe e Festa della Montagna a Caltrano, con partenza alle 8 dal Rifugio bar Alpino di Pozza del Favero. Dopo un’ora e mezza di marcia non agonistica con percorsi diversificati in mezzo alla natura, la festa prosegue con pranzo con prodotti tipici e animazione musicale dei Tita’s Group. Consigliato: a chi si sente in colpa per gli eccessi enogastronomici della primavera-estate e vuole smaltire con un po’ di attività fisica, senza per questo farsi mancare il divertimento. Sconsigliato: a chi non ama la montagna o le lunghe camminate.

AMA Music Festival a Romano d’Ezzelino dal 23 al 27 agosto. Una bella location (una villa dell’800) e alcuni nomi nazionali e internazionali di altissimo livello, con un legame turistico tra il festival e le attività enogastronomiche o sportive per favorire il turismo nel territorio del Bassanese.

Unico difetto l’abbinamento non sempre coerente tra i vari generi. Il primo giorno per esempio troviamo l’hip hop dell’italiano Salmo, il punk dei Turnstile, l’indie-post punk dei White Lies e il pop dei BNKR44. Gli amanti del genere hip hop avrebbero potuto godere di una super serata se Salmo fosse stato fatto esibire nella stessa serata degli Articolo 31, dei Cypress Hill e dei Colle der Fomento. Quattro gruppi accumunati dallo stesso genere, che invece sono stati per così dire dilazionati. Il gruppo fresco di reunion di J-Ax e DJ Jad infatti suonerà da solo il 25, mentre il 26 sarà la volta dei mitici Cypress Hill e dei Colle der Fomento.

I quattro gruppi che si esibiranno il 27 agosto invece appartengono al genere metal, ma con sfumature molto diverse. Gli statunitensi Megadeth infatti sono veterani di quell’evoluzione del metal classico degli anni ’80 che è stata chiamata thrash metal e che si distingue per toni e velocità dal metal “oscuro”, legato anche nei temi al mondo dell’occultismo, a cui invece si avvicinano gli altri tre gruppi della serata. Gli svedesi Katatonia mescolano death metal melodico e doom, gli italiani Lacuna Coil si possono considerare gothic e i veneti Messa sono molto legati al doom e allo stoner, generi anticipati dai mitici Black Sabbath e Pentagram. Consigliato: a chi AMA la musica in tutte le sue sfaccettature. Sconsigliato: a chi non è cultore di nessuno dei generi proposti o che magari preferisce musica… da camera.

Bagno di suoni in un covolo (grotta) dei Colli Berici. Mercoledì 30 agosto a Villaga un’esperienza serale di musica pensata per rilassare il corpo e la mente in un contesto veramente suggestivo, cioè una grotta. Consigliato: a chi vuole esplorare le bellezze del territorio letteralmente a due passi da casa, tramite un’esperienza di fruizione musicale diversa dal solito. Sconsigliato: a chi non ama le escursioni in notturna o preferisce un’esperienza di musica più tradizionale o più movimentata.

Cinema

2001 odissea nello spazio ph sito cinema Odeon locandina del film in programma ai Chiostri di Santa Corona
2001 odissea nello spazio ph sito cinema Odeon locandina del film in programma ai Chiostri di Santa Corona

Cinema sotto le stelle ai chiostri di Santa Corona a Vicenza. Il 31 luglio alla sera, fuori da una delle chiese più belle di Vicenza, sarà proiettato il capolavoro di Kubrick “2001 Odissea nello spazio”, nella versione restaurata. Un’occasione per godersi in modalità cinema un’opera d’arte che a distanza di 55 anni tocca ancora temi molto vicini a noi, vedi per esempio la ribellione del computer in rapporto al dibattito odierno sull’intelligenza artificiale. Consigliato: a chi ama il cinema. Sconsigliato: a chi è troppo abituato ai blockbuster moderni per apprezzare il valore dei film noiosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,529FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -