venerdì, Aprile 19, 2024
- Advertisement -

Da Palazzo S. Giacomo al Cordellina, ecco le sedi della Biblioteca Bertoliana

- Advertisement -

Quali sono i palazzi-sede della Biblioteca Bertoliana? Ebbene, la biblioteca della città è dislocata in ben 9 sedi: Palazzo San Giacomo, la principale, Palazzo Costantini, Palazzo Cordellina, Villa Tacchi e poi ci sono le sedi di Riviera Berica, Anconetta, Laghetto e Villaggio del Sole. Esiste poi un punto di distribuzione in località Ferrovieri.

I più interessanti sono i Palazzi siti nel centro storico, dalle architetture eleganti. I primi tre palazzi si trovano non lontano dal Palladio Museum e da Palazzo Thiene.

Palazzo San Giacomo

Si trova nel centro di Vicenza, al civico n. 5 di contrà Riale. Era sede del convento seicentesco dei padri Somaschi, progettato da un apprezzato architetto vicentino del tempo, Antonio Pizzocaro.

Il chiostro iniziale fu progettato dal Pizzocaro nel 1627 come annesso alla Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo. La chiesa, affidata dal vescovo Michele Priuli nel 1583 ai padri Somaschi che già curavano l’Orfanotrofio di Santa Maria della Misercordia, venne restaurata.

bertoliana
La fontana di fronte alla sede di Palazzo Cordellina. Foto: Marta Cardini

Il convento fu ampliato tra il 1662 e il 1670 su progetto di Domenico Borella. I lavori proseguono fino al 1727 sotto la direzione di Carlo Borella e di Francesco Muttoni.

In seguito al decreto della Repubblica Veneta del 1766 che sopprimeva monasteri e ospizi, i Padri Somaschi dovettero abbandonare nel 1772 la cura del convento e della chiesa dei Santi Filippo e Giacomo. L’intero complesso fu acquistato dalla città nel 1774 e da allora venne adibito a scuole civiche (ospitò anche il Ginnasio fino al 1821) e a sede dell’Archivio e Camera notarile.

Fallito il progetto di trasformazione in palazzo delle Poste e Telegrafi, dal 1909 fu destinato ad ospitare la Biblioteca Bertoliana.
E’ divenuto quindi la sede storica della biblioteca cittadina, fondata nel 1706 presso il palazzo del Monte di Pietà dopo il trasferimento nel 1910.
Nell’estate del 1959 la biblioteca fu interessata da lavori di miglioramento. In questa occasione si sistemò anche il chiostro abbassandolo all’altezza delle sale studio, pavimentandolo e piantando diverse piante: un piccolo acero, ortensie, rose e una vite americana che fa da baldacchino al pozzo.

s giacomo
Palazzo San Giacomo dal cortile. foto: pag Facebook PGVi

Palazzo Costantini

La biblioteca di Palazzo Costantini si trova nel centro storico di Vicenza in Contra’ Riale 13, a pochi passi dalle sedi Palazzo Cordellina e Palazzo San Giacomo.

Il Palazzo, eretto nel 1840 su disegno di Giovanni Maria Negrin Quartesan, fu acquisito nel 1913 dalla Casa del Popolo dei cattolici vicentini che lo tenne come propria sede fino al 1921.In seguito fu sede dell’ INAIL. E’ stata inaugurata nel 1981 come “Sala per la Ricerca Guidata”; nel 1993, dopo un intervento di restauro, venne aperta una sala affrescata intitolata all’ex direttore della Biblioteca Bertoliana Antonio Dalla Pozza, utilizzata per alcuni anni come spazio polivalente.

costantini
Palazzo Costantini. Foto: bibliotecabertoliana.it

Dal 2019, con il trasferimento del Centro informatico al piano terra,  si sono aggiunte altre due sale per lo studio e la ricerca.

Palazzo Cordellina

Palazzo Cordellina (foto di copertina) si trova in contrà Riale n.12, di fronte alla sede di palazzo San Giacomo. E’ la sede centrale dell’Istituzione: ne ospita gli uffici di presidenza e consiliari, direzionali e amministrativi e gran parte delle iniziative culturali come presentazioni, conferenze, incontri musicali, corsi ed esposizioni…

palazzo cordellina
Un concerto all’interno di Palazzo Cordellina. Foto: pag fb Palazzo Cordellina, scatto di Matteo Rozzi

Nel Salone Centrale e nella Sala corsi al piano nobile, come nella Sala udienze del piano terra, si ospitano attività culturali quali conferenze, convegni, concerti. Nella Sala Sfingi e nella Sala Udienze a piano terra vengono generalmente ospitate le esposizioni. Il committente fu il giureconsulto veneto Carlo Cordellina. Fu costruito in stile palladiano da Ottone Calderari tra il 1786 e il 1790.

Gli interni sono ornati da affreschi e decorazioni opera di Paolo Guidolini e Girolamo Ciesa. Nel corso della seconda guerra mondiale un bombardamento distrusse parte dello stabile. Dal 2007 l’immobile è stato oggetto di numerosi restauri finanziati in gran parte dalla Fondazione Cariverona.

Villa Tacchi

La biblioteca di Villa Tacchi, inaugurata nel 1968 nel quartiere popolare di S. Pio X, è stata la seconda biblioteca di pubblica lettura della città di Vicenza. Situata in origine in una sala dell’Istituto professionale per l’Industria e l’Artigianato in Viale Trissino, nel 1972 venne trasferita nell’attuale sede, presso il Centro Civico della Circoscrizione 3, nell’edificio di Villa London Tacchi.

villa tacchi
Villa London Tacchi. Fonte: facebook

La villa e il bel parco circostante, dichiarato di notevole interesse pubblico nel giugno 1969 per la gran varietà di piante ornamentali, appartengono al Comune di Vicenza. La villa, che risale ai primi dell’800, è stata parzialmente restaurata e la sede della biblioteca completamente rinnovata nel 2006. Nel dicembre del 2018 la biblioteca ha festeggiato i 50 anni di attività.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,533FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -