sabato, Marzo 2, 2024
- Advertisement -

“Cattive immagini”, a Vicenza la presentazione del libro di Valeria Bucchetti

- Advertisement -

Martedì 6 giugno alle 17.30, nella sede della Biblioteca civica Bertoliana di Palazzo Cordellina in contra’ Riale 12, verrà presentato il libro “Cattive immagini. Design della comunicazione, grammatiche e parità di genere” di Valeria Bucchetti.

L’evento che vedrà la partecipazione dell’autrice affiancata da Laura Badalucco e Barbara Pasa, docenti dell’Università Iuav di Venezia, rientra nel calendario di iniziative legate al 150° anniversario della nascita di Elisa Salerno.

L’iniziativa è promossa dall’associazione Presenza Donna e dalla Congregazione delle suore Orsoline del Sacro cuore di Maria, con il patrocinio del Comune e della Diocesi di Vicenza, e in collaborazione con la civica vicentina.

Il volume Cattive immagini di Bucchetti si interroga sui modi in cui il design della comunicazione sostiene il potere dell’androcentrismo, sulle relazioni tra cultura della parità e sul mondo della rappresentazione che andiamo a costruire. Attraverso la lettura di alcuni artefatti comunicativi, di cui ci si avvale per far circolare informazioni, dati, merci e servizi, viene analizzato il mondo delle immagini e fatti emergere gli elementi costitutivi di una memoria visiva di cui si nutrono tanto la nostra cultura quanto la nostra quotidianità.

Valeria Bucchetti è professoressa ordinaria al dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Insegna Design della comunicazione nel corso di laurea in Design della comunicazione, del quale è coordinatrice, e Design della comunicazione e culture di genere nei corsi di laurea magistrale della Scuola del design. Visual designer, laureata in Dams a Bologna, dottore di ricerca in disegno industriale, è autrice di numerosi saggi e membro del collegio di dottorato in design e del consiglio scientifico del centro di ricerca interuniversitario Culture di genere. La sua attività di ricerca è orientata in particolare negli ambiti dell’identità visiva e dell’identità di prodotto, dell’identità di genere e degli stereotipi comunicativi e, più in generale, dei sistemi di comunicazione visuali.

——

Fonte: Comune di Vicenza

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,533FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -