domenica, Marzo 3, 2024
- Advertisement -

Il giardino di Alice, torna a Vicenza la rassegna artistica estiva

- Advertisement -

Anche quest’anno si apre la rassegna estiva Il Giardino di Alice che porta le arti performative in città durante l’estate dal mese di luglio a quello di settembre con un’anteprima già a giugno. La rassegna, gestita dall’Associazione ExVuoto (E.T.S.) grazie al sostegno dell’assessorato alla cultura, turismo e attrattività della città, ha abituato in questi anni il pubblico vicentino a spettacoli per famiglie al Giardino Salvi e nei parchi giochi della città, all’insegna della sostenibilità ambientale e dell’accessibilità economica, offrendo una proposta culturale di qualità a tutte quelle famiglie che restano in città nel periodo estivo.

Quest’anno la rassegna intitolata “Altri mondi” si allarga e lascia il Giardino Salvi per spostarsi nei quartieri di periferia e in luoghi suggestivi come la falesia di Gogna e il brolo del Palazzo Vescovile, offrendo una proposta di spettacoli ricca e variegata, che va dal teatro d’infanzia al teatro di narrazione, dalla danza urbana al nouveau cirque, alla poesia.

Saranno ben nove quest’anno le location raggiunte dalla rassegna nei suoi diversi eventi: il quartiere di S. Croce Bigolina, la Falesia di Gogna, l’oasi Valletta del Silenzio, il brolo del Palazzo Vescovile, i giardini del plesso ULSS 8 in viale SS. Felice e Fortunato, Pampas – Il giardino inclusivo, il parco giochi di via Giuriato a S.Pio X, il quartiere dei ferrovieri e quello di S. Andrea.

Questa espansione è stata possibile grazie non solo alla partecipazione del Comune di Vicenza e di numerosi partner e sponsor privati, ma anche grazie alla partecipazione diretta della cittadinanza in una fortunata campagna di crowdfunding gestita dall’Associazione.

Nel corso dei mesi passati sono stati raccolti ben 6.790 euro, superando di gran lunga le aspettative e l’obiettivo prestabilito (5.000 euro), una partecipazione, dunque, sentita per un progetto che vede l’arte come strumento di rigenerazione urbana e umana. Grazie al successo del crowdfunding è stato possibile per la rassegna non solo espandersi, ma anche aumentare le date e regalare alla cittadinanza uno spettacolo partecipativo nel quartiere periferico di Santa Croce Bigolina, che rappresenterà l’anteprima della rassegna stessa.

Martedì 27 giugno, infatti, alle 19 il quartiere ospiterà lo spettacolo Perspectiva. Vedere attraverso: una performance di danza urbana gratuita, itinerante e partecipativa che prenderà il via dal piazzale della chiesa di Santa Croce Bigolina (strada del Tormeno) a cura del pluripremiato collettivo trentino Azioni fuori posto. Perspectiva è un progetto di danza urbana per cortili di complessi condominiali e aree ad alta densità abitativa teso a creare comunità e socialità attraverso uno scambio di saperi tra abitanti e danzatori. La danza arriva sotto casa e, spostandosi lungo le strade, entra nelle prospettive domestiche della gente, che li osserva attraverso finestre, porte e balconi. Gli autori della performance sono gli Azioni fuori posto, un collettivo nato a Trento nel 2017, che ha come mission “l’agire fuori contesto, fuori luogo”. Nascono in relazione al paesaggio e alle persone che lo abitano. Le performance del gruppo sono multidisciplinari e nascono dell’unione di pensiero e arte di Silvia Dezulian e Filippo Porro, danzatori e coreografi, e di Martina Dal Brollo, scultrice tecnologica coadiuvata da Gabriel Garcia, tecnico elettronico. Teatro, danza, musica, arte visiva e tecnologia diventano gli “strumenti” attraverso i quali Azioni Fuori Posto compone e incontra.

Dopo l’anteprima, lo striosso Nazareno, interpretato da Andrea Dellai, a bordo della sua bicicletta, girerà diversi parchi gioco della città per raccontare tante favole a tutti i bambini. Questo sarà Nazareno on tour il 4, il 5, l’11 e il 12 luglio.

L’inizio ufficiale sarà invece domenica 16 luglio alle ore 9.30 e alle ore 11.00 con il pluripremiato spettacolo di danza urbana Oltrepassare di Azioni fuori posto, che torneranno a Vicenza, alla Falesia di Gogna, con una performance itinerante che unisce danza, scultura e suono prendendo spunto dalla relazione uomomontagna per ri-creare una connessione tra noi ed il nostro paesaggio. Questo spettacolo sarà l’unico che richiederà una prenotazione obbligatoria all’indirizzo [email protected].

Domenica 23 luglio alle 9.30 sarà invece il turno del debutto del nuovo spettacolo di exvUoto teatro, In punta di  piedi. Storie di metamorfosi, di e con Andrea Dellai ed Ermelinda Nasuto, in Valletta del Silenzio. Lo spettacolo, aperto a tutte le famiglie, ci ricorderà di come tutto si trasforma, in un ciclo continuo dove Uomo e Natura partecipano di tempi e ritmi diversi.

Domenica 30 luglio alle 9.30 il brolo del Palazzo Vescovile di Vicenza si aprirà eccezionalmente per ospitare lo spettacolo Storia di amore e di alberi della compagnia pugliese INTI. Lo spettacolo, ispirato al romanzo “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, lancia un messaggio d’amore universale per l’albero e la natura.

Domenica 20 agosto alle ore 9.30 il nuveau cirque arriva in città con lo spettacolo Storie di streghe, spettacolo di teatro di figura per famiglie e bambini dai 5 anni, presso il giardino del plesso ULSS 8 Santi Felice e Fortunato. Con gli attori del collettivo Pazo Teatro scopriremo se le streghe sono veramente così cattive come pensiamo.

Tutt’altra atmosfera vi aspetta invece martedì 22 agosto, alle ore 18.30, presso Pampas – giardino inclusivo. Il poeta e attivista Soumaila Diawara e il musicista Moustapha Dembéle ci accompagneranno in un viaggio che purtroppo non sempre finisce bene, alla scoperta di suoni e parole dall’Africa nel reading letterario La nostra civiltà. Per questo incontro, adatto ad un pubblico adulto, l’ingresso è gratuito.

Domenica 27 agosto alle ore 9.30 riascolteremo Moustapha Dembéle assieme alla compagnia Teatro19 nello spettacolo Dai nonna! Live senza confini al parco giochi di Via Giuriato a San Pio X. Lo spettacolo è una raccolta di favole e racconti da tutto il mondo per un pubblico dagli 0 ai 99 anni.

La rassegna si chiuderà poi a settembre con due laboratori aperti a tutta la cittadinanza in due quartieri diversi: presso il quartiere di Sant’Andrea gli attori di exvUoto teatro daranno vita insieme agli abitanti ad un podcast sulla loro sagra, mentre il 5, il 6 e il 7 settembre nel quartiere Ferrovieri tornerà AZIONI fuori POSTO con i suoi laboratori di danza urbana.

Tutti gli spettacoli domenicali hanno un ingresso unico a 4 euro, il resto degli eventi è gratuito.

Per informazioni e prenotazioni: [email protected]

——
Fonte: Comune di Vicenza

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,533FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -