domenica, Aprile 14, 2024
- Advertisement -

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, i giovani talenti: inaugura Nicolò Cafaro

- Advertisement -

La XXXII edizione delle Settimane Musicali di Vicenza prosegue con il primo atteso appuntamento dedicato al Progetto Giovani: un festival nel festival dedicato ai talenti più promettenti nel panorama musicale contemporaneo. Il programma prevede sei concerti, cinque dei quali recital pianistici, affidati ad esecutori giovanissimi lanciati dalle affermazioni in competizioni come il Premio Venezia, il concorso pianistico nazionale Lamberto Brunelli, il Bando Guglielmo destinato a giovani Duo violino e pianoforte in memoria di Giovanni Guglielmo, grande concertista e didatta vicentino, ma anche musicisti che si sono distinti in istituzioni come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’Accademia di Pinerolo e Torino.

I sei concerti di “Progetto Giovani”

Ad inaugurare la rassegna sabato 27 maggio alle ore 18.00 all’Odeo del Teatro Olimpico di Vicenza sarà il pianista Nicolò Cafaro, vincitore del Premio Venezia 2022. Il programma inizierà con una selezione di sonate del compositore barocco Domenico Scarlatti, passando poi nel mondo romantico di Fryderyk Chopin con il suo magistrale controllo del colore e dell’emozione al pianoforte, e culminerà con le Sette Fantasie Op. 116 di Johannes Brahms.

Il sabato successivo, 3 giugno ore 18.00, l’Odeo del Teatro Olimpico sarà illuminato da Wakana Marlene Tanaka, vincitrice ex aequo con Alessandro Del Gobbo del prestigioso Premio Brunelli 2022. La pianista eseguirà in particolare la Sonata op. 101 di Beethoven, portale d’ingresso nell’arcano e affascinante mondo del “tardo stile” sulla tastiera, oltre il quale la forma di Sonata perde le sue rassicuranti coordinate formali. 

Domenica 4 giugno alle ore 18.00 all’Odeo del Teatro Olimpico sarà il momento di Irené Fiorito al violino e Riccardo Ronda al pianoforte, il duo vincitore del Bando Guglielmo 2022, con un programma che spazierà dal tardo romanticismo di Johannes Brahms (Sonata n. 1 op. 78) alla musica del Novecento con Ottorino Respighi (Sonata in Si minore P.110) e Guido Alberto Fano (Ansietà).

“Progetto Giovani” prosegue sabato 10 giugno alle ore 18.00 a Palazzo Chiericati con il concerto di Alessandro Del Gobbo, vincitore ex aequo del Premio Brunelli 2022 insieme a Wakana Marlene Tanaka. Nel suo programma spicca il confronto fra due compositori cruciali nel passaggio dal secolo romantico al Novecento come Claude Debussy e Alexander Skrjabin: il primo rappresentato da Images e dalle rarefatte evocazioni arcaiche della Suite Bergamasque, il secondo dai giovanili Preludi op. 16.

La rassegna chiude con il doppio appuntamento di domenica 11 giugno a Palazzo Chiericati. Alle ore 11.00 Daniele Fasani, selezionato per il corso di pianoforte contemporaneo all’Accademia di Musica di Pinerolo e Torino, propone un programma di grande valore e raffinata esecuzione: “The People United Will Never Be Defeated! 36 Variazioni su un tema di Sergio Ortega” di Frederic Rzewski.
L’ultimo appuntamento di “Progetto Giovani” sarà alle ore 18.00 con il concerto dal titolo “Dopo notte…”. Marta Pacifici, mezzosoprano, con la cembalista Costanza Leuzzi, selezionata ai corsi di Alto Perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, eseguiranno un programma dedicato alle composizioni barocche di Georg Friedrich Händel, Gottlieb Muffat e Georg Philipp Telemann, con una selezione di arie, recitativi e suite. 

NICOLÒ CAFARO, biografia

Nicolò Cafaro Settimane musicali
Nicolò Cafaro

Classe 2000, e allievo di Graziella Concas presso il Conservatorio “V. Bellini” di Catania dove si è laureato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode. Si afferma in numerosi importanti concorsi pianistici nazionali ed internazionali, tra cui: 19° Concorso Nazionale Giulio Rospigliosi di Lamporecchio, 6° Concorso “Giovani Musicisti Città di Treviso”. A 15 anni è finalista al 1° Concorso Internazionale “Vladimir Krainev” di Mosca. A 19 anni vince il 6° premio al “62° Ferruccio Busoni International Piano Competition”. Ha partecipato alle masterclass tenute da J.Achucarro, A.Lebedev, I.Kaltchev, B. Berezovsky, J.E. Bavouzet, C. Katsaris. Dall’età di 12 anni è seguito anche dal M° Leonid Margarius, e dal 2017 partecipa ai corsi di “Alto Perfezionamento” presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola. Cafaro vanta già una fitta attività concertistica per importanti istituzioni musicali e teatri, fra i quali: Teatro Massimo Bellini di Catania; Teatro Elettra di Iglesias; Associazione Mozart Italia; Associazione “Amici di Verdi”; 36° Festival “Mario Ghislandi”; “Associazione Dino Ciani”. Si è esibito, inoltre, in concerti pianoforte e orchestra presso prestigiosi palcoscenici quali: il Teatro “U. Giordano” di Foggia, concerto n° 21 K467 di W.A. Mozart; Il Teatro “Goldoni” di Livorno, concerto n° 3 op. 37 di L.V. Beethoven; e il Teatro dell’Opera del Casino di Sanremo, concerto n°1 Op. 23 di P.I. Tchaikovsky. Recentissima è la sua affermazione alla 38° edizione del concorso pianistico “Premio Venezia 2022”, dove si classifica al 1° posto assoluto.

Info

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Stay Connected

9,253FansMi piace
3,533FollowerSegui
2,652IscrittiIscriviti
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -