“Vivere sani, Vivere bene” prepara il gran finale!

0
45
La locandina della manifestazione che quest'anno festeggia il decennale

Una serie di incontri di scienza, arte, teatro e laboratori per bambini quelli in programma domenica 27 per la gran chiusura per “Vivere sani, Vivere bene”, la rassegna organizzata dalla Fondazione Zoé – Zambon Open Education quest’anno dedicata agli Orizzonti della Salute

E’ quanto si evince dal comunicato stampa diramato dagli organizzatori che offrono una serie di eventi in un giro itinerante tra i luoghi più rappresentativi di Vicenza. Si comincia con due incontri scientifici in Basilica Palladiana, un percorso tematico tra i capolavori dell’arte russa, una commedia brillante sul tema della cura e un laboratorio sulle emozioni per bambini e per i loro genitori.

Il programma parte alle 10.30 del mattino al Palladio Museum con i laboratori per bambini dai 6 ai 10 anni e per i loro genitori sulle emozioni con Simon Goldstein e Anna Condorelli. Attraverso giochi, esercizi para-teatrali e conversazioni vengono presentati i diversi aspetti delle emozioni e le loro espressioni, nel volto e nel corpo, così che i bambini e i loro genitori possano riconoscerle ed esprimerle.

Alle 11 nella splendida cornice della Basilica Palladiana, Maria Antonella Muraro, dell’Università di Padova, offrirà nuove prospettive sul grande tema delle allergie, oggi considerate un’unica Malattia Allergica con diverse sfaccettature che affliggono il paziente in modo variabile a seconda alle diverse età della vita, delle caratteristiche genetiche e delle esposizioni ambientali. Le malattie allergiche sono diventate un problema consistente per i cittadini europei: si stima che uno su quattro ne sia affetto e che nel prossimo futuro uno su due soffrirà di manifestazioni croniche dovute all’allergia. I sintomi allergici spaziano dalla cute all’apparato respiratorio, all’apparato digerente in una progressione e intersecarsi di problematiche.

Alle 15.30 alle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari viene proposto un percorso tematico per adulti tra i capolavori esposti nella mostra “Kandinskij, Gončarova, Chagall. Sacro e bellezza nell’arte russa”. Il titolo è “Cura dell’essenziale: il suono interiore dell’icona”

Seguirà alle17, alla Basilica Palldiana, un altro ospite di fama internazionale: Cristina Maria Alberini, Full Professor di Neuroscience alla New York University, svelerà quali sono i meccanismi biologici del cervello necessari per formare memorie a lungo termine nell’incontro “Biologia dell’apprendimento e della memoria: le basi della nostra individualità”. L’identità è il risultato delle nostre esperienze e memorie. Capire i meccanismi e le basi biologiche delle memorie è essenziale per sapere come funziona il nostro cervello e per migliorare salute mentale e benessere.

In chiusura, alle 20.45 al teatro Astra, sarà presentato l’ironico e struggente spettacolo “Mamma a carico. Mia figlia ha novant’anni” di e con Gianna Coletti. Lo spettacolo è incentrato sul rapporto tra una donna di cinquant’anni, Gianna, e sua madre Anna, una vecchia ribelle di novant’anni. Una riflessione commovente e mai banale sul tema della cura.

L’organizzazione tende poi a ricordare che tutti gli incontri sono a ingresso libero, ed è raccomandata la prenotazione. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere ai seguenti recapiti: segreteria@fondazionezoe.it / 0444 325064.

- Pubblicità -