TAV, sottoscritti i due protocolli d’intesa per la tratta Verona-Vicenza

0
7

Il ministro per le Infrastrutture ha presentato questa mattina in Prefettura a Verona la sottoscrizione dei due protocolli d’intesa per la realizzazione dell’opera sulla tratta Verona-Vicenza, assieme ai vertici di Fs, Rfi e Webuild e ai sindaci dei comuni attraversati dall’alta velocità.

Il Ministro ha dichiarato di aver voluto velocizzare l’iter burocratico per dare risposte concrete in tema di infrastrutture.

Durante l’incontro è intervenuto anche il sindaco di Vicenza che ha ringraziato quanti hanno lavorato per questo traguardo, sottolinenando l’importanza di questo acordo per la città e la provincia e ribadendo che già a settembre ci sarà un importante incontro per la tratta tra Vicenza e Padova.

“Un momento importante nel segno della concretezza e del pragmatismo perchè finalmente partono i lavori per la la tratta Verona-Vicenza fino alle porte della città. Un’opera strategica per il nostro territorio e per il nostro tessuto economico grazie anche alla conferma di significative opere per la città in termini di mobilità di attraversamento con la fermata della fiera, il completo rifacimento della stazione ed il progetto del trasporto pubblico elettrico con il filobus su gomma. Lavoreremo in questa direzione ma anche per iniziare a pensare alla tratta ad est, da Vicenza a Padova. Già per il mese di settembre abbiamo fissato un appuntamento con Maurizio Gentile, amministratore delegato di RFI, per cominciare a parlarne in maniera un po’ più concreta visto che, ad oggi, non c’è nessun progetto preciso. Sono opere strategiche a lungo termine che si concretizzeranno nei prossimi anni e bisognerà portare pazienza per la loro completa realizzazione ma, intanto, è positivo sapere che a settembre inizieranno i lavori per la tratta fino a Vicenza. Un primo passo importante”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

- Pubblicità -