“Scontri e incontri fra il maschile e il femminile dentro e fuori di noi”: seminario a Isola Vicentina

0
35

All’eremo di Santa Maria del Cengio a Isola Vicentina venerdì 6 dicembre dalle 20:45, fino a domenica 8 dicembre alle 16:30, ci sarà un seminario condotto da M. Nicoletta Simeone dal titolo “Scontri e incontri fra il maschile e il femminile dentro e fuori di noi”.

«Partiremo dagli stereotipi legati alle differenze fra maschi e femmine e proveremo a conoscere il nostro modo di tuffarci nell’amore, – spiegano gli organizzatori – quanto è condizionato da ciò che abbiamo conosciuto nella famiglia d’origine, quanto è influenzato dalle ferite legate alle nostre esperienze passate. Seguire il filo delle nostre storie d’amore significa accorgersi che in ognuna ci sono dei segnali per capire un po’ di più chi siamo, nella consapevolezza che ogni relazione ci permettere di aprire gli occhi su di noi e di darci nuovi spunti di vita. Porteremo la nostra attenzione su ferite in noi che hanno bisogno di essere riviste e ascoltate, emozioni che giacciono sotto la cenere ma sono pronte a far divampare incendi, una storia che sentiamo non ci sta nutrendo né dando nuova vita, una parte di noi che si sente sola, il nostro mendicare amore, la sensazione di non sentirsi visti, compresi, accolti».

«Se vuoi osservare te, le tue relazioni, il tuo modo di amare e di essere amato, vivere questi giorni all’eremo è una possibilità, utile sia per single che per persone che stanno vivendo un’esperienza di coppia».

Ogni lavoro è strettamente personale e nessuno sarà costretto a condividere il proprio vissuto con altri se non, spontaneamente, nei momenti comunitari. Al lavoro svolto insieme sul tema saranno alternati momenti all’aria aperta e passeggiate fra i prati e boschi che circondano l’eremo nell’ascolto del proprio modo di camminare e di respirare, nel contatto con se stessi, con gli altri, con l’ambiente.

Programma

Venerdì 06/12
ore 19.00 cena (facoltativa, dare adesione al momento dell’iscrizione)
ore 20.45 Ritrovo e introduzione al corso.
Sabato 07/12
alle 10.00 inizio del seminario che durerà tutto il giorno alternato dalle pause per il pranzo e la cena, e da momenti di passeggiata e di vita all’aperto durante la giornata ed eventualmente anche dopo cena.
Domenica 08/12
alle 10.00 continuazione del seminario. Dopo pranzo conclusioni sull’esperienza vissuta nel weekend.

Per chi lo desidera è possibile fermarsi a dormire all’eremo; specifica la richiesta al momento dell’iscrizione.

Il seminario è a numero chiuso ed è necessaria la prenotazione scrivendo a lisolakece@libero.it; è richiesto un contributo per il seminario e per i pasti che saranno preparati da un cuoco.

Per partecipare alle attività proposte è necessario essere tesserati con l’associazione L’Isola che c’è; la tessera è valida dal 01 settembre al 31 agosto di ogni anno, rinnovala appena possibile.

Per ulteriori informazioni o indicazioni puoi contattare il seguente numero 371 3496260, intestato all’associazione.

Cosa portare?
Il desiderio di esplorare se stessi, quaderno, penna, vestiti comodi e scarpe da trekking per le passeggiate.

L’ospitalità all’eremo è in camere condivise, portare lenzuola o sacco a pelo ed asciugamani personali.

Con chi?
M. Nicoletta Simeone conduce da anni percorsi di ricerca personale volti a favorire la conoscenza di se stessi attraverso un particolare metodo che applica la storia dell’arte e l’archeologia alla relazione d’aiuto e che accompagna la persona a compiere un vero e proprio scavo archeologico in se stessa e nel suo albero genealogico per ritrovarsi.
Ha frequentato il liceo classico “A. Pigafetta” di Vicenza e si è laureata in Lettere con specializzazione in storia dell’arte all’Università di Padova. In seguito, a causa di alcune vicende personali, ha studiato massaggio in diverse scuole e approfondito il massaggio thailandese vivendo 6 mesi in Thailandia.

Ha frequentato la scuola di Counseling “Sentieri formativi” presso il Centro Camilliano di Formazione a Verona ottenendo il diploma di counselor professionale.

In questi ultimi anni si è dedicata allo studio della Cabala, alla simbologia delle lettere ebraiche e dell’albero della vita. Propone seminari che portano le persone a prendere familiarità con simboli e linguaggi antichi, unendo la simbologia presente nella storia dell’arte alla ricerca interiore. Aiuta ad ampliare la conoscenza di se stessi e del mondo attraverso gite in città, musei e chiese e percorsi nella natura. Propone incontri in cui attraverso lo stretching e lavori sul corpo invita a conoscere il proprio corpo e ascoltarne i messaggi. Ha ideato un percorso “Camminare la vita” a sei incontri di una domenica l’uno, in cui ogni partecipante è chiamato a far luce su alcuni aspetti della propria vita, come la propria capacità di fare delle scelte e prendere una direzione che dia senso al proprio vissuto.

E’ insegnante presso la scuola secondaria e da alcuni anni ha fondato l’associazione “L’Isola che c’è” che gestisce l’eremo di S. Maria del Cengio a Isola Vic.na.

- Pubblicità -