Santa Bertilla, l’allarme dei residenti di via Ricasoli: “parcheggio selvaggio e mancanza marciapiede”

Via Ricasoli - Nuovi condomini
Via Ricasoli - Nuovi condomini

Via Ricasoli, laterale di via Legione Antonini, nel quartiere Santa Bertilla, era una stradina di periferia, cieca, che finiva in un’area verde. Con il tempo è stata inglobata nella città. Se all’inizio vi si affacciavano poche costruzioni, col tempo si sono aggiunti dei piccoli condomini. Lungo la strada si affacciava inoltre un capannone ad uso produttivo, nel tempo trasformato in supermercato e da una decina d’anni ormai in disuso. Da qualche mese sono iniziati i lavori per la costruzione di due palazzine su quattro piani fuori terra che porteranno una trentina di unità immobiliari ad aggiungersi alla via. La strada è piuttosto stretta; su di essa si affacciano molti passi carrai e da sempre è luogo di parcheggio selvaggio, anche per le numerose attività commerciali che insistono nell’adiacente via legione Antonini.

Via Ricasoli - passaggio pedonale verso slargo fine via Tecchio
Via Ricasoli – passaggio pedonale verso slargo fine via Tecchio

Secondo i residenti, appoggiati nella loro battaglia dal consigliere comunale di opposizione Raffaele Colombara della lista Quartieri al Centro, questo nuovo insediamento abitativo non farà altro che caricare ulteriormente la strada di traffico: quantunque siano previsti parcheggi all’interno delle nuove palazzine, è facile intuire come il traffico di decine appartamenti non potrà che far collassare quella che ricordiamolo era una stradina di campagna, peraltro chiusa. I residenti avevano segnalato già da tempo la situazione, non ultima una petizione di circa un anno fa: dapprima per il pessimo stato del fondo stradale; in secondo luogo per la mancanza di una qualsiasi forma di marciapiede; infine, per l’appunto, per il parcheggio selvaggio che da sempre impedisce ai residenti di entrare ed uscire dalla propria abitazione. A quanto consta anche la società costruttrice aveva offerta la propria disponibilità e collaborazione su questo fronte all’amministrazione.

Al termine della via si apre un passaggio pedonale di alcune decine di metri che congiunge via Ricasoli con un ampio slargo, usato anche come parcheggio, che si apre al termine della parallela via Tecchio. Se è facile comprendere come tra pochi mesi con l’arrivo di nuovi residenti la situazione collasserà, per trovare una soluzione nell’interesse di tutti, i residenti avanzano alcune proposte che con questa mozione chiedono l’Amministrazione faccia proprie.

Le richieste, sintetizzate in una mozione raccolta dal consigliere di opposizione, sono: “prolungare la strada fino allo slargo al termine di via Tecchio; renderla a senso unico;
creare un marciapiede; sistemare l’area di parcheggio al termine di via Tecchio”.

- Pubblicità -