Riparte la cultura: le biblioteche vicentine riaprono in sicurezza, Guzzonato: “nel futuro mix di tradizione e innovazione”

0
434
dav

Oltre a quello della ristorazione e dell’intrattenimento, anche il mondo della cultura sta lentamente ripartendo dopo il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria del Coronavirus (che ufficialmente, da protocollo, dovrebbe concludersi il 31 luglio, salvo diverse indicazioni da ordinanze regionali). Come riporta un comunicato della Provincia, tutte le biblioteche vicentine hanno riaperto e hanno riattivato i servizi basilari, cioè il prestito e la restituzione di libri, riviste, dvd e cd. Il 50% ha anche reso fruibile il servizio di sale studio, consultazione, accesso agli scaffali, navigazione internet e, a partire dalla prossima settimana, sempre più offriranno iniziative di promozione della lettura all’aperto.

Ma le biblioteche, in realtà, non hanno mai chiuso. Lo hanno dimostrato questa mattina , numeri alla mano, il consigliere provinciale con delega alla cultura Marco Guzzonato, la responsabile della Rete delle Biblioteche Vicentine (Rbv) Lidia Zocche e gli assessori Alberta Caldaro di Quinto Vicentino e Cristiana Girardi di Montegaldella in rappresentanza della Commissione Esecutiva della Rbv. “Durante il lockdown – ha spiegato Guzzonato- le biblioteche avevano semplicemente traslocato dalle loro sedi alle piattaforme digitali dimostrando resilienza e capacità di risposta alle mutate esigenze, senza mai venire meno alla missione che è e rimane quella di mettere in relazione i cittadini con il mondo attraverso la lettura e la conoscenza. La missione non è cambiata, ma sono cambiate le modalità”.

Attraverso la piattaforma Mlol (MediaLibraryOnLine) i vicentini hanno avuto a disposizione gratuitamente migliaia di e-book e centinaia di periodici e quotidiani in varie lingue, oltre a nusica, audiolibri, e-learning e filmati. E li hanno grandemente utilizzati, con 14.100 e-book scaricati da marzo a maggio, 5.933 utenti che hanno effettuato almeno un prestito e 57.875 consultazioni nell’edicola digitale.

“Abbiamo intercettato utenti nuovi che non possiamo perdere -ha affermato Guzzonato- Per questo la biblioteca del futuro deve essere un mix di tradizione e innovazione, un luogo fisico dove poter toccare e respirare la carta ma anche un luogo virtuale dove incontrarsi e confrontarsi.” Un futuro a cui la Commissione Rbv sta lavorando e che oggi ha il nome di due progetti: Mappamondi e Chatbot.

MappamondI: videoletture alla scoperta del mondo

Mappamondi è un viaggio intorno al mondo che la Rete delle Biblioteche Vicentine organizza in occasione del progetto nazionale Maggio dei Libri, che in realtà inizia a maggio ma dura molto più di un mese.

Il Maggio dei Libri si è aperto con SpritzNews, quattro incontri nei sabati di maggio condotti in diretta facebook da Alessandra Sardoni e Dario Di Vico. Un’occasione per discutere dei fatti della settimana a cui hanno partecipato oltre 11.700 persone.

Ora la Rete guarda ai lettori più giovani. Mappamondi racconta le bellezze e le stranezze del mondo con nove appuntamenti per altrettante storie di viaggi e scoperte letterarie dedicate a bambini e ragazzi che amano l’avventura e che vogliono conoscere il mondo. Nove videoletture, dei veri e propri spettacoli educativi a cura dell’associazione BarchettaBlu di Venezia che saranno pubblicati sui social media della Rete e delle singole biblioteche vicentine, a disposizione gratuitamente di chiunque voglia vivere il gusto della scoperta.

Telegram e Chatbot: l’innovazione passa dalle biblioteche

La Rete delle Biblioteche Vicentine sbarca su Telegram. Un nuovo modo di comunicare con gli utenti, più moderno ed economico rispetto agli sms. Per gli utenti la procedura è semplice: basta installare Telegram sul cellulare e cercare fra i contatti RBVBot, scaricarlo e accedere alle diverse funzionalità.

In automatico si possono ricevere notifiche in merito alla scadenza del proprio prestito, novità librarie. E sarà possibile anche ricevere risposte alle proprie domande: grazie alla tecnologia chatbot, infatti, la Rete diventa intelligenza artificiale capace di svolgere azioni più o meno complesse in modo automatico, ricevendo i comandi dell’utente sotto forma di richieste.

L’attivazione di RbvBot è di rete e avverrà quando un numero congruo di utenti avrà installato Telegram sullo smartphone: toglierei questa parte.
Per ora è previsto che si possano chiedere informazioni sull’apertura delle biblioteche e sulla situazione della propria tessera, fare ricerca a catalogo, rinnovare i libri in prestito. Ma questo è solo l’inizio.

Biblioteche aperte e biblioteca digitale

Le biblioteche sono aperte, si diceva. Naturalmente valgono le regole di sicurezza imposte dalla normativa contro il Coronavirus:
– ingresso con mascherina e obbligo di pulizia delle mani o delle mani guantate con gel disinfettante
– mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro dai bibliotecari e dagli altri utenti
– i libri (dvd, riviste, cd) restituiti vengono messi in quarantena per 7 giorni e solo all’8° giorno vengono effettivamente scaricati dalla tessera
A quelle generali si aggiungono misure di sicurezza che ogni singola biblioteca ha adottato a tutela degli utenti. Ma ciò che conta è che le biblioteche, intese come edifici, sono tornate a vivere.

E gli utenti non mancano. Nella giornata di ieri, martedì 16 giugno, si registrava una percentuale di prestiti di appena il 10% inferiore ad una qualsiasi giornata pre-covid (nel dettaglio martedì 4 febbraio). I vicentini sono quindi tornati a frequentare le biblioteche con assiduità, con la serenità delle misure di sicurezza attivate ma anche con la voglia di riappropriarsi di un luogo che significa socializzazione e crescita, come individuo e come comunità.

Quanto ai gusti, i titoli degli e-book più scaricati dall’inizio dell’anno sono i seguenti:
narrativa:

• Questione di Costanza – Gazzola, Alessia
• La casa delle voci – Carrisi, Donato
• La ricamatrice di Winchester – Chevalier, Tracy
• La vita bugiarda degli adulti – Ferrante, Elena
• Il colibrì – Veronesi, Sandro
saggistica:
• Spillover. L’evoluzione delle pandemie – Quammen, David
• Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce corpo e mente – Berrino, Franco|Lumera, Daniel|Mariani, David
• Becoming. La mia storia – Obama, Michelle
• A proposito di niente – Allen, Woody
• Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere – Cottarelli, Carlo

- Pubblicità -