Sossano, la passione per i ‘bogoni’ di tre giovanissimi diventa un allevamento premiato con la “chiocciola d’oro”

0
60
bogoni

Hanno 25 e 19 anni i tre fondatori dell’allevamento “Le tre chiocciole” di Sossano. Allevamento di bogoni, erroneamente tradotto con lumache, mentre la lumaca, lumega, è quella senza guscio, quella con il guscio è la chiocciola. Si chiamano Valentino, Marta e Chiara Rossetto, l’allevamento di 5 mila metri quadri, in espansione, è stato aperto solo l’anno scorso e quest’anno si è aggiudicato il premio internazionale di elicicoltura “chiocciola d’oro”.

“Un onore premiare dei ragazzi così giovani, volenterosi e promettenti – ha detto il presidente dell’istituto internazionale di elicicoltura di Cherasco Simone Sampo’ – Mai in passato ho visto meritarsi la Chiocciola d’oro come per questi 3 ragazzi . Sia a livello estetico che produttivo il miglior allevamento al mondo. Complimenti di cuore e massima stima”.

Sabato 24 e 31 ottobre e domenica 1 novembre l’azienda apre le sue porte al pubblico per presentare e illustrare la sua attività completamente ecologica.

- Pubblicità -