L’atleta valdagnese Martina Dogana è speaker ai Campionati Italiani di Triathlon Giovani a Lovadina di Spresiano (TV) il 5-6 settembre

0
17
cof_vivi

Sarà gara vera, ma con il sapore della festa e l’emozione del primo giorno di scuola: dopo il lungo stop per l’emergenza Covid-19, il triathlon giovanile riparte dai Campionati Italiani, in programma a Lovadina di Spresiano (TV) nel fine settimana del 5-6 settembre.

Oltre 500 i giovani iscritti alla due giorni organizzata dalla società ASD Pavanello Triathlon. In un quadro nazionale che vede ancora numerosi rinvii e cancellazioni a causa della pandemia, si tratta di un’importante conferma. Vista la situazione emergenziale che ha rivoluzionato la stagione agonistica 2020, le gare verranno disputate con la formula della cronometro individuale. Ai fini delle classifiche per l’assegnazione dei titoli a squadre, non disputandosi la gara a staffetta, si sommeranno i tempi (2 uomini + 2 donne).

Relatore dell’evento sarà la vicentina Martina Dogana , vincitrice di 6 titoli italiani di triathlon lungo e tra le poche atlete al mondo a essersi imposta in tutti i principali circuiti di triathlon sulla lunga distanza.

L’atleta di Valdagno corre dal 2018 con i colori del suo team, il Martina Dogana Triathlon Team, che alla kermesse tricolore porterà 5 atleti del gruppo di allenamento con base a Ferrara: gli Junior classe 2002 Irene D’Iapico e Mattia Penazzi ei classe 2005 Lorenzo Gennari, Sofia Poli e Dilip Pozzi, in gara nella categoria Youth. A seguirli, in una gara che si disputerà a porte chiuse per evitare assembramenti, saranno la stessa Martina e il tecnico di riferimento Paolo Curti.

“Si tratta di un appuntamento importante, anche perché è il primo Campionato Italiano a svolgersi in questo tribolato 2020 – spiega Martina Dogana -. Ci sono già state delle gare, sia per adulti, sia per ragazzi, ei Protocolli della Fitri, la Federazione italiana triathlon, approvati a maggio per la ripresa dell’attività sportiva, sono già stati messi alla prova. Sarà una bella vetrina per il nostro movimento. Per la prima volta la rassegna si svolge in Veneto, al lago La Bandie, in uno scenario che si presta benissimo alla disciplina, con percorsi spettacolari ma in piena sicurezza ”.

Doppio ruolo, come detto, per Dogana: capitano del team che porta il suo nome e speaker dell’evento. “Ormai ho un po ‘di esperienza anche al microfono – racconta -. A bordo pista cercherò di incitare non solo i miei, ma tutti gli atleti. I colori dei body sono diversi, ma la passione è comune; come puro impegno e sacrifici. Ragazze e ragazzi sono stati molto bravi a non abbattersi durante il lockdown. Per alcuni sarà la prima gara in assoluto e, trattandosi della più importante stagione, è inevitabile che siano un po ‘tesi ”.

Qui arriva l’insegnamento della campionessa: “Non bisogna caricarli di pressione. Devono solo pensare a dare il meglio di loro stessi, sapendo di aver perso, è vero, mesi importanti per la preparazione, ma anche di aver avuto la tempra di non arrendersi, allenandosi duramente. E la costanza paga, sempre ”.

Il Martina Dogana Triathlon Team nasce per diffondere la pratica e la cultura del triathlon. Creato da Martina e alcuni amici nel 2018, appena un anno dopo è stato premiato come seconda migliore societ à italiana al Gran Gal à del Triathlon. Aperto a chiunque voglia cimentarsi con la disciplina, oggi conta 112 soci e 79 soci Fitri. Tra le iniziative spicca il Progetto Giovani, con due scuole di avviamento al triathlon per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni gestite da istruttori qualificati ad Arzignano e Malo, nel Vicentino.

Nei giorni scorsi è ripresa l’attività ordinaria del Martina Dogana Triathlon Team ad Arzignano, nel rispetto delle norme anti Covid-19: iscrizioni aperte per la nuova stagione. “Si torna ad Avere Il Contatto Umano, pur se un po’ piu Distanti del solito, ea vivere Quella quotidianit à Che E mancata tantissimo NEGLI Ultimi mesi: il nostro E Uno Sport Individuale, ma il team di e Fondamentale”.“In questa fase – evidenza Martina Dogana – spetta a noi tecnici e dirigenti andare incontro ai ragazzi e alle loro famiglie dal punto di vista umano. Il triathlon è uno sport consigliatissimo per i giovani: è formato da tre discipline molto diverse tra loro, che stimolano bambini e ragazzi in ambiti differenti, costringendoli o, meglio, invitandoli a mettere in gioco abilità e versatilità. Nessun altro sport ne contiene tre. All’estero, soprattutto nei paesi anglofoni, il triathlon è consigliato fin dai 5-6 anni proprio perché aiuta a sviluppare capacità coordinative e condizionali, elementi essenziali e preziosi come base anche per le altre discipline sportive ”.

- Pubblicità -