Atletica, Veneto campione d’Italia cadetti con tanti vicentini protagonisti: tutti i nomi, commenti, video e foto

0
19

Il Veneto torna sul gradino più alto del podio ai campionati italiani cadetti Fidal per regioni. Nel weekend allo stadio Gotti di Forlì, la rappresentativa under 16 (nel video la sfilata) si è laureata campione d’Italia, precedendo il Lazio e la Lombardia. E’ stata una vittoria sofferta (di appena due punti – 324 a 322 – il margine sulla selezione laziale), ma che ha confermato la forza delle società giovanili della regione.

Per il Veneto è anche la dodicesima presenza consecutiva – tre interi quadrienni olimpici – sul podio del campionato italiano per regioni. Era però dal 2015, quell’anno si gareggiò a Sulmona, che il Veneto non riusciva a primeggiare nella rassegna tricolore a squadre: nelle ultime quattro stagioni aveva sempre vinto la Lombardia, questa volta terza a quota 315 punti.

Oltre a vincere la classifica combinata del campionato italiano per regioni, il Veneto è giunto secondo sia nella graduatoria maschile che in quella femminile, alle spalle rispettivamente di Lazio ed Emilia-Romagna. Nel bilancio della “due giorni” di Forlì anche un totale di ben 23 medaglie individuali: sei ori, nove argenti e otto bronzi. Maglie tricolori per Federico Dicati (Fiamme Oro) negli 80 (8”92), Giovanni Zuccon (Trevisatletica) nei 100 ostacoli (13”53), Andrea Crestani nel disco (46.14), Nicola Testa (Csi Atletica Provincia di Vicenza) nell’esathlon (4.483 punti), Linda Conchetto (Venezia Runners Atl. Murano) nei 1000 (3’02”49) e Anna Raimondi (G.A. Coin) nel giavellotto (44.67). E il bottino avrebbe potuto essere ancora migliore senza l’infortunio muscolare del già citato Zuccon che ha impedito alla 4×100 di lottare per il podio.

I commenti

Siamo estremamente orgogliosi di questo straordinario traguardo conseguito dai nostri giovani protagonisti con tanto impegno e particolare merito – commenta il presidente del Comitato regionale della Fidal, Christian Zovico -. I ringraziamenti vanno condivisi con i loro allenatori e le nostre Società che già dai primi di maggio sono riuscite a far ripartire gli allenamenti.  Questo, grazie anche a un sistema  Veneto, guidato dalla Regione, che dopo aver registrato il primo morto d’Europa di Covid ha consentito che anche lo Sport fosse al centro della ripartenza. Siamo stati i primi a fermarci a febbraio e tra i primi a ripartire grazie a una ricca programmazione agonistica attuata da metà estate e costruita in stretta collaborazione con i Comitati provinciali e il Gruppo Giudici e i nostri uffici che ringraziamo sentitamente. Il Meeting nazionale di Vittorio Veneto ai primi di luglio e gli Assoluti di Padova a fine agosto sono i punti d’appoggio di una centralità che un Veneto, mai così unito in tutte le sue componenti, riveste per tutta l’Atletica italiana. Il Comitato ringrazia il Settore tecnico regionale, capitanato magistralmente da Enzo Agostini, che non ha mai mollato di un centimetro in mesi in cui si è lavorato reinventando continuamente iniziative, in piena sintonia con la parte dirigenziale, utili ad arrivare a essere oggi i Campioni d’Italia. Un ringraziamento ulteriore per Cinzia Miotti impegnata nel coordinamento di una trasferta complicatissima. Infine, due dediche speciali: una a tutti i veneti che in questi mesi hanno sofferto e una alla famiglia della nostra vicepresidente Sara Simeoni per una rapida guarigione del marito Erminio Azzaro dal grave incidente domestico subito recentemente”.

Sapevamo di avere un gruppo con grandi potenzialità, ma i punteggi finali sono andati persino oltre le nostre previsioni – spiega il Fiduciario tecnico Enzo Agostini -. In una stagione particolarmente complicata, il Veneto ha dimostrato una grande unità d’intenti a livello tecnico, anche grazie ad una proposta formativa che non si è mai fermata. Vorrei ringraziare gli atleti e le società, questa vittoria è più che mai merito loro visto che i confronti con la Struttura tecnica regionale per ovvie ragioni sono stati molti meno che in passato, e i Comitati provinciali, che appena possibile hanno ripreso l’attività, offrendo agli atleti molteplici possibilità per gareggiare”.

I nomi e i risultati veneti a Forlì

RAPPRESENTATIVA REGIONALE. CADETTI. 80 (-0.2): 1. Federico Dicati (Fiamme Oro) 8”92. 300: 5. Yaroslav Bekh (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 37”23. 1000: 7. Alberto Ronzani (Trevisatletica) 2’42”26. 2000: 3. Lorenzo De Fanti (Gs Quantin Alpenplus) 5’41”61. 1200 siepi: 9. Federico Morona (Atl. Sernaglia) 3’35”67. 100 hs (-0.1): 1. Giovanni Zuccon (Trevisatletica) 13”53. 300 hs: 8. Francesco Michieletto (Atl. Due Torri Sporting Noale) 41”38 (39”46 in batt.). Alto: 3. Filippo Rodeghiero (Assindustria Sport Padova) 1.87. Asta: 3. Lorenzo Schiavon (Assindustria Sport Padova) 3.55. Lungo: 3. Filippo Padovan (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 6.46/+0.1. Triplo: 5. Giordano Lucietto (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 12.86 (+0.2). Peso: 2. Francesco Suppa (Asi Atl. Breganze) 14.85. Disco: 1. Andrea Crestani (Gs Marconi Cassola) 46.14. Giavellotto: 2. Davide Giovanni Castioni (Pol. Lib. Lupatotina) 53.68. Martello: 3. Alex Lazzaretto (Asi Atl. Breganze) 62.25. Esathlon: 1. Nicola Testa (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 4.483 punti (13”96/100 hs; 1.62/alto; 39.45/giavellotto; 5.68/lungo; 43.65/disco; 2’56”94/1000). Marcia (5 km): 8. Giacomo Bertolazzi (Atl. San Bonifacio-Valdalpone) 25’42”63. 4×100: Veneto (Bekh, Zuccon, Padovan, Dicati) squal. CADETTE. 80 (-1.4): 3. Laura Franceschi (Assindustria Sport Padova) 10”12 (9”99/+1.1 in batt.). 300: 2. Elena Cambiolo (Atl. San Bonifacio-Valdalpone) 41”52 (41”13 in batt.). 1000: 1. Linda Conchetto (Venezia Runners Atl. Murano) 3’02”49. 2000: 7. Elisa Maglione (Atl. Stiore Treviso) 6’51”21. 1200 siepi: 2. Elisa Clementi (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 3’58”10. 80 hs (-0.4): 6. Matilde Morbin (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 12”93 (12”24/-0.1 in batt.). 300 hs: 6. Elena Crepaldi (Discobolo Atletica Rovigo) 47”42. Alto: 9. Elisa Maria Menegotto (Atl. Montebelluna) 1.54. Asta: 10. Michelle Santin (Atl. Longarone) 2.55. Lungo: 3. Agnese Sofia Camurri (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 5.43/+0.2. Triplo: 6. Irene Garbo (Fiamme Oro) 11.14 (+0.8). Peso: 2. Maya Aurora Maldina (Confindustria Atl. Rovigo) 11.76. Disco: 11. Aurora Pongiluppi (Trevisatletica) 26.24. Giavellotto: 1. Anna Raimondi (G.A. Coin Venezia) 44.67. Martello: 3. Priscilla Munich (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 42.30. Pentathlon: 9. Anna Regazzoni (Fiamme Oro) 3.501. Marcia (3 km): 11. Maddalena Destro (Assindustria Sport Padova) 17’24”76. 4×100: 2. Veneto (Morbin, Camurri, Cambiolo, Franceschi) 48”98. INDIVIDUALI. CADETTI. Asta: 4. Sirio Schiavon (Fiamme Oro) 3.55. 100 hs (-0.1): 4. Tommaso Triolo (Fiamme Oro) 14”00 (13”75/-0.7 in batt.). Triplo: 4. Alessandro Vanzella (Atl. Stiore Treviso) 13.00 (+1.2).  Esathlon: 11. Nicola Roma (Vittorio Atletica) 3.299. CADETTE. Alto: 2. Giulia Gottardi (Atl. Verona Asd Pindemonte) 1.64, 7. Eleonora Favaretto (Us Atl. Quinto Mastella) 1.57. Triplo: 2. Giorgia Galiazzo (Atl. Galliera Veneta) 11.65 (+2.3). Giavellotto: 2. Emma Viero (Atl. Schio) 39.74, 12. Orsola Corrà (G.A. Coin Venezia) 28.51. Pentathlon: 6. Evelyn Castellan (Gs La Piave 2000) 3.642.

RISULTATI COMPLETI

Le foto

- Pubblicità -