Il progetto “USEFALL” apre una nuova era per l’accessibilità dei siti Unesco

0
39

Percorsi di realtà virtuale e aumentata, silent play e un’APP con materiale in LIS, sono solo tre delle metodologie sviluppate grazie al progetto USEFALL per potenziare l’accessibilità dei siti Unesco, a partire da Italia e Croazia.

_______________________________________________________

Il progetto Interreg Italia-Croazia “USEFALL – Unesco Site Experience for All”, giunge alla sua conclusione. Nel corso della sua attività, il progetto, che vede Venetian Cluster il rappresentante italiano regionale,ha prodotto nuove tecnologie e redatto linee guida concrete per migliorare l’inclusione e la fruizione dei siti Unesco.

Sono stati sviluppati modelli tattili, in braille e audioguide per non e ipovedenti, supporti visivi e percorsi sensoriali per le persone affette da disabilità cognitive, introdotti visori di realtà aumentata e virtuale, nonché strutture facilmente percorribili per agevolare i visitatori con disabilità motorie.

Tra le azioni pilota del progetto, il museo di Arte Orientale di Venezia ha accolto tecnologie di realtà aumentata che permettono, ad esempio, alle armature dei Samurai di animarsi e prendere vita davanti allo sguardo incredulo dei visitatori. È stata presentata poi un’applicazione, non meno stupefacente, per il riconoscimento automatico degli oggetti inquadrati con lo smartphone.

L’Orto Botanico di Padova, invece, è diventato scena teatrale con lo sviluppo di un percorso Silent Play: una metodologia inclusiva che sfrutta il metodo “design for all”. “L’anello magico di Re Salomone”, ecco il titolo dello spettacolo realizzato appositamente per l’Orto Botanico da “La Piccionaia” Centro di Produzione Teatrale, ha accompagnato i visitatori in un’inedita ed interattiva avventura alla scoperta dell’Orto tramite il mito del leggendario Re.

Il progetto USEFALL ha ufficialmente aperto una nuova epoca di accessibilità ed inclusione dei siti Unesco, a partire dai siti di Venezia, Padova, e Parenzo e prodotto delle linee guida da divulgare in tutta Europa per condividere e replicare le buone pratiche, di cui Venetian Cluster si fa ambasciatore in Veneto!